Le fatture di Enel non costituiscono prova del credito

Enel Energia S.p.a. (anche “Enel”) passava alla notificazione nei confronti del Consumatore un decreto ingiuntivo per il pagamento di alcune fatture, unilateralmente emesse a conguaglio dai propri terminali nell’ambito di un rapporto di fornitura di energia elettrica. A seguito di opposizione, Enel si costituiva riassumendo la propria difesa nella seguente massima: “Enel non svolge attività di produzione, trasmissione o distribuzione di energia ma acquista energia elettrica dai propri fornitori e la rivende ai clienti finali, per cui non è gravata della prova di quanto effettivamente fatturato. Anche in sede di giudizio ordinario conseguente all’ opposizione a decreto ingiuntivo, in base all’ esibizione di estratto autentico notarile e al principio di presunzione di veridicità delle fatture nonché di non contestazione, le fatture di Enel diventano prova del credito e si verifica l’inversione dell’onere della prova, per cui è il Cliente a dovere provare che i consumi esposti non sono reali. La presunzione di veridicità delle fatture diventano prova, con disapplicazione dell’art. 2696 c.c. a favore di Enel.

[Per saperne di più…]

Amore e Diritto

Dopo averne chiarito la natura sinallagmatica, a distanza di tre anni, il Giudice dr. Stranamore è nuovamente intervenuto in tema di Amore per tentarne una qualificazione giuridica alla luce del sistema normativo vigente.
La querelle nacque dalla pretesa di una moglie che, dopo avere lasciato il marito in data 19 dicembre 2012, iniziò in piena solitudine un periodo di elaborazione del proprio lutto, prematuramente interrotto dalla notizia che – a distanza di un mese – l’amato aveva già iniziato a convivere con un’altra donna, ostentando su di un noto social network fotografie relative al suo nuovo menage domestico. [Per saperne di più…]

Varese, Via Cairoli 5 - tel. (+39) 0332/239809-235218Mi raggiunga
+ +
Ordine degli Avvocati di Varese - P.I 02696440128 posta