logo-studio-legale-gianandrea-bonini

Varese (VA) – Via Cairoli, 5 – tel. (+39) 0332/239809-235218

gianandreabonini@legalevarese.it

Buongiorno,

con la mia controparte ho stipulato un contratto di consulenza a tempo indeterminato che prevede una retribuzione fissa mensile per una serie di attività indicate a contratto e rescindibile in qualunque momento da ciascuna delle due parti mediante invio di raccomandata con 3 mesi di preavviso.

A causa di alcuni problemi intercorsi, io e la mia controparte ci siamo inviati la lettera di recesso dal contratto in modo contemporaneo (senza saperlo, lo stesso giorno) specificando entrambi che avremmo rispettato il periodo di 3 mesi di preavviso durante i quali il contratto avrebbe mantenuto la sua validità.

Qualche giorno dopo la mia controparte mi comunica che considera il contratto risolto immediatamente poichè la rescissione da ambo le parti annulla il periodo di preavviso.

E’ corretta questa interpretazione? E’ sostenuta da qualche articolo del codice civile? Oppure il preavviso di 3 mesi va comunque rispettato da ambo le parti, soprattutto perchè implica il pagamento di 3 mensilità della mia controparte nei miei confronti?